19 Maggio 2019

Petits gâteaux aux fraises

Petits gâteaux aux fraises

C’è poco da fare, la pasticceria è francese, non fosse altro che per i nomi.
Ha una pronuncia così elegante, sofisticata che non può che essere perfetta per la pasticceria.
E così, una ciambella cotta in stampi monoporzione diventa un “petit gateu aux fraises”… non c’è paragone, almeno nel nome, nell’estetica non so.
È che in questo periodo sono proprio in fissa con le monoporzioni, forse mi risultano più semplici da decorare e anche più “chiccose”.
Quando in giro per il web mi fermo a guardare certi dolci dei grandi pasticceri mi perdo ad ammirarli, sono dei piccoli gioielli, una gioia per la vista e per il palato.

Come dicevo si tratta di un clasico ciambellone di ricotta, una di quelle ricette che sul web troverete ovunque, al quale ho aggiunto delle fragole e cotto in uno stampo di silicone per monoporzioni.
Arricchito con una namelaka al limone e dei frutti rossi freschi.

Petits gâteaux aux fraises

Petits gâteaux aux fraises

  • 300 di farina
  • 300 g di ricotta (ho utilizzato quella di pecora)
  • 250 g di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 250 g di fragole

Lavare e tagliare le fragole a pezzetti.
Montare le uova con lo zucchero.
Unire, poco per volta, la ricotta, continuando a montare.
Aggiungere la scorza di limone.
Unire la farina ed il lievito setacciati.
Aggiungere le fragole a pezzetti.
Versare negli stampi monoporzione e cuocere a 180 °C per circa 30 minuti.
Lasciare raffreddare prima di sformare.

Per la namelaka al limone e vaniglia:

  • 100 g di latte 
  • 6 g di zucchero invertito
  • 6 g di gelatina 160 Bloom + 30 g d’acqua
  • 150 g di cioccolato bianco (Ivoire Valrhona)
  • 200 g di panna al 35% di grassi
  • scorza di 2 lime
  • 1/2 bacca di vaniglia

Reidratare la gelatina con l’acqua indicata. Scaldare il latte con lo zucchero invertito, aggiungere la gelatina e versarlo in un boccale contenente il cioccolato parzialmente fuso. Mixare con un minipimer e aggiungere a filo la panna fredda. Mixare ancora e completare con la scorza del lime.
A questo punto ci sono due possibilità, o versare la namelaka in stampi di silicone e congelare, o far riposare la notte in frigo e montare con delle fruste il giorno dopo.
Io ho optato per la prima.

Il montaggio è semplicissmo, basta adagiare la namelaka sul gateau e decorare con frutti rossi a piacere.

Petits gâteaux aux fraises

 

 

 

Biscotti e piccola pasticceria, Dolci e torte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.