8 Marzo 2009

Mimosa in bicchiere

Mimosa in bicchiere

Ho sempre amato la torta mimosa e quest’anno presa dalla mania delle monoporzioni e dalla moda del momento ho tentato di destrutturarla (parola grossa) non sono certa di esserci riuscita ma il risultato è piaciuto molto, la mousse necessita di qualche modifica, un pizzico in più di gelatina, per il resto posso ritenermi soddisfatta.

 

LA MIA “MIMOSA”

Per l’aspic di ananas :

  • 300 g di anans sairoppata (tenere da parte lo sciroppo)
  • 250 ml di succo di ananas
  • 4 g di colla di pesce

Mettere la gelatina in una ciotola con dell’acqua fredda e lasciare ammorbidire.  Riscaldare il succo  e l’ ananas fino a raggiungere il bollore , prendere una piccola quantità di liquido per  sciogliere  la colla di pesce che poi aggiungerete alla frutta mescolando bene ; suddividere il composto in otto bicchieri e far raffreddare, una volta freddi mettere in frigorifero a solidificare.

Per la mousse alla vaniglia :

  • 500 ml di panna fresca semimontata
  • 2 g di colla di pesce (la prossima volta ne metterò di più)
  • crema inglese di base per cremosi (ricetta di Maurizio Santin):

230 g di panna liquida fresca

100 g di latte fresco

65 g di tuorli

35 g di zucchero

mezza bacca di vaniglia

Bollire insieme il latte con la panna e la vaniglia, in una bacinella mescolare i tuorli con lo zucchero, unire, continuando  a mescolare, il liquido bollente, rimettere il tutto nella casseruola e cuocere mescolando continuamente fino a raggiungere la temperatura di 82°. Passare al setaccio  e scigliere all’interno la gelatina.

Lasciare raffreddare fino a raggiungere la temperature di 30°, aggiungere la panna semimontata e mettere in frigorifero fino all’utilizzo.

Per il pan di spagna   (è preferibile prepararlo il giorno prima):

  • 5 uova
  • 150 g di zucchero
  • 125 g di farina

Sbattere le uova con lo zucchero ed il sale fino a renderle gonfie e spumose, versare  la farina a pioggia facendola cadere da un setaccio mescolando delicatamente con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto per  non far smontare il composto.Versare in uno stampo imburrato ed infarinato e cuocere a 175° per circa 25 min.

Una volta freddo tagliare a cubetti.

Solidificato l’aspic versarvi sopra la mousse e rimettere in frigorifero ( quella che vi avanza potrete utilizzarla per un semifreddo mettendola negli stampini di silicone monoporzione e lasciandola nel congelatore per qualche ora). Servire il dolce con i cubetti di pan di spagna  leggermente spruzzati con lo sciroppo delle ananas ed una spolverata di zucchero a velo.

Con questo dolce partecipo alla raccolta di Gialla perchè non c’è più niente di primaverile della mimosa …

bannerlogoqualcosadigiallo2

Biscotti e piccola pasticceria, Dolci e torte, Ricette

25 commenti su “Mimosa in bicchiere
  1. Non ho capito bene a cosa ti riferisci ma ho fatto una riflessione: Dio ha fatto nascere Gesù da una donna ma se avesse avuto poca considerazione di noi donne lo avrebbe fatto nascere da qualsiasi altra cosa…. come da un fiore visto che lui è ommipotente.
    Invece ha scelto una DONNA per dire che era uguale all’uomo !! …. ma… gli uomini… questo non l’hanno capito
    anzi hanno avuto ancora più paura delle donne .

    Oggi io voglio fare gli auguri alla vita perchè la vita……è donna !

    Auguri a noi tutte.

  2. Non ho capito bene a cosa ti riferisci ma ho fatto una riflessione: Dio ha fatto nascere Gesù da una donna ma se avesse avuto poca considerazione di noi donne lo avrebbe fatto nascere da qualsiasi altra cosa…. come da un fiore visto che lui è ommipotente.
    Invece ha scelto una DONNA per dire che era uguale all’uomo !! …. ma… gli uomini… questo non l’hanno capito
    anzi hanno avuto ancora più paura delle donne .

    Oggi io voglio fare gli auguri alla vita perchè la vita……è donna !

    Auguri a noi tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.